Le vostre testimonianze frequentando il corso “I 5 riti tibetani” METODO SUSHUMNA YOGA

Lo Yoga del ringiovanimento

i cinque tibetani – metodo shushumna yoga

Se hai partecipato a un mio Corso su “I Cinque Riti Tibetani” secondo il Metodo Sushumnâ-Yoga scrivimi la tua esperienza e i risultati che hai riscontrato al mio indirizzo mail albertochiara1964@gmail.com , e io provvederò a pubblicarlo qui sotto.
La tua esperienza è preziosa per far conoscere e aiutare le persone nella pratica quotidiana di questa importante disciplina. Un grazie di Cuore.

Alberto Chiara

2 Novembre 2016 – Giovanna Lanfranco – Chieri

I riti tibetani che ho iniziato a praticare circa 2 mesi fa, mi hanno apportato energia e soprattutto hanno risolto il mal di schiena con cui convivevo ormai da anni, con periodi di semplice indolenzimento e altri, ben più lunghi e frequenti,di sofferenza acuta,tanto da far fatica a camminare e a stare in piedi per un breve tempo. Ad agosto la visita da un ennesimo ortopedico che mi prescrive la RM da cui risulta: –lordosi; –tutti i dischi ipointensi; –estroflessioni posturali. Mi sconsiglia movimenti,solo brevi camminate. A settembre,nonostante il divieto dell’ortopedico e non senza qualche dubbio, partecipo al corso dei riti tibetani con relativi allungamenti della colonna vertebrale e i risultati non si fanno attendere:il mal di schiena ora fa parte del passato e non mi sembra vero di trascorrere un’intera giornata senza avvertire dolori. I riti,che pratico mattina e sera,assieme al  corso di rilassamento hanno cambiato la mia vita,dandomi una spinta sia fisica che psicologica. Ringrazio di cuore Alberto per i suoi insegnamenti.

Giovanna

10 luglio 2016 – Monica Tamai – Torino
Pratico i riti tibetani da circa tre mesi (Aprile 2016). Premetto che all’inizio ho avuto non poche difficoltà, nell’eseguirli e nel coordinare la respirazione; inoltre nella prima parte della giornata avevo molta energia, per poi essere completamente “scarica”nella seconda parte. Ho pensato non facessero per me, volevo lasciar perdere, poi con la costanza si sono verificati cambiamenti importanti: la respirazione è migliorata; gli esercizi ho molte meno difficoltà ad eseguirli; l’energia si è più uniformemente distribuita nella giornata; sono dimagrita (3-4 kg presi 10 anni fa smettendo di fumare);  il mio corpo ora ha una maggior resistenza alle temperature (caldo e freddo) ed anche in generale in ogni attività, anche nelle lunghe camminate, come se fossi tornata indietro di qualche anno, a quando il  mio fisico era più resistente.
Ma la cosa fondamentale riguarda l’importante cambiamento del mio corpo rispetto ad un quadro
piuttosto complicato : discouncoartrosi, osteofitosi diffusa, protrusioni discali multiple…, ma lasciando da parte i termini scientifici, di fatto avevo diverse problematiche, specie cervicalgia, con dolore a scapola e spalla destra (contratture muscolari paravertebrali e scapolari), ma in realtà anche la parte sinistra era coinvolta; dolori anche alle anche, sia camminando che mantenendo alcune posizioni da seduta (mi erano state prescritte sedute di fisioterapia, infiltrazioni, antidolorifici…ecc..). Praticando i riti quotidianamente ho cominciato quasi subito a muovere molto meglio il collo e a non sentire più il dolore ormai cronico alle spalle, poi pian piano mi sono resa conto che stava scomparendo anche il dolore alle anche , che ormai non sento praticamente più. Insomma si stanno verificando importanti cambiamenti
e sono solo all’inizio.
Ringrazio di cuore Alberto Chiara per avermi trasmesso questi preziosi insegnamenti.
Monica

17 gennaio 2016 – Tania Facciolo – Torino
Bene è arrivato il momento di scrivere la mia testimonianza  sui benefici ora evidenti e duraturi avuti dalla pratica dei Tibetani. Ho iniziato il corso dei 5 Tibetani lo scorso ottobre 2015. Ho 52 anni e dall’età di 22 anni che convivo giornalmente con dolori articolari più o meno gravi.  30 anni fa subì  un intervento di ernia del disco L5/S1 lasciandomi una anestesia su quasi tutta la gamba e piede sinistro.  Da allora ho sempre avuto problemi nel camminare (zoppico) e nella postura . Posizioni errate aggravano il quadro di ossa, muscoli e tendini e così mi sono ritrovata, come molti, a fare attività fisica accompagnata da  diversi farmaci . Nel frattempo ho espulso altre ernie cervicali e lombari. Soffrivo di dolori lombari accompagnati da torcicollo tremendi e rigidità dorsale.
Bene dopo un mese di pratica dei Tibetani ho visto i miglioramenti: ho il PIACERE DI NON SENTIRE PIU’ I DOLORI CERVICALI ACCOMPAGNATI DA FORTI EMICRANIE .
Al mattino al risveglio , avverto ancora un’ infiammazione lombare ma dopo una pratica veloce tutto sparisce ed inizio con una buona energia la giornata.
Il Fisiatra e tecnico del dolore che mi segue da un anno ha affermato che  la risonanza della mia colonna evidenzia una schiena  molto compromessa  e dolorante e non asintomatica come io testimonio, poiché per i dolori articolari mi è evidente e certa l’assenza del dolore.
Per quanto concerne la sensibilità è come se  il CORPO si stesse risvegliando lentamente; è un risveglio grazie ai tibetani ma penso anche alla meditazione. Tieni presente che dall’età di 22 anni che il corpo non mi mandava più segnali di sensibilità a parte della gamba, al piede (fatti 5 interventi), ai glutei e al perineo. Ora ho maggiore contrazione perineale , il piede sembra voler fare il piede e cammino meglio, tutto questo porta a una sensazione di benessere e gioia … ma come descriverla???? Ho riacquistato sensibilità al pube (mi emoziono solo a scriverlo…) Ho ritrovato il mio corpo e ora mi sento intera.
Quindi posso affermare e testimoniare che con la PRATICA si può superare il dolore articolare e, con meno dolore noi possiamo  sorridere alla vita. Penso che non sia naturale vivere immersi nel dolore, qualunque esso sia, lo testimonia una donna che aveva imparato a sopportare così tanto da non rendersi conto di quanto il dolore limitasse e condizionasse la sua ,e non solo sua,  vita.
Ora io mi sento LIBERA.
Un abbraccio e ti ricordo che porti gioia . Grazie

Mercoledì 2 dicembre 2015 – Claudio Chiapello, Torino.
Cari amici praticanti e non.. Mi chiamo Claudio, sono sempre stato alla ricerca di qualcosa che mi desse un equilibrio verso l’alto. Ho praticato kung fu per molti anni,conosciuto grandi e validi maestri, ma c’era sempre un aspetto competitivo e traumatico rivestito di complicazioni e con un inesorabile declino dovuto all’età.. Poi un giorno un’amica mi parla dei riti tibetani, con il mio solito scetticismo acquisto il libro e pratico per un paio di settimane,tutto abbastanza tiepido,una normale ginnastica,lascio perdere… Finché una sera conosco Alberto Chiara e rimango colpito dal suo studio dei particolari,capisco di essere sulla strada giusta e vado al seminario: 8 marzo 2008!!! Dopo una settimana il mio corpo si ricopre di pustole rosse: Pitiriasi rosea di Giber. Il dermatologo mi domanda se ho fatto qualcosa di strano ultimamente, gli parlo dei riti e lui dice che probabilmente mi sono liberato di un malessere interno,quasi una purificazione!! Bene, da allora non ho MAI più avuto nulla, neanche un raffreddore.. La fatica è un lontano ricordo,anche se cammino 15 ore in montagna. Dormo poco ma dormo bene, ho molto più tempo per coltivare le mie passioni e svolgere le attività quotidiane in scioltezza. Qui non si tratta di esagerare, qui si tratta di SENTIRE,anche di tacere,perché molti amici inizialmente si divertivano ad ironizzare riguardo alla validità dei riti. Non c’è trucco o altre suggestioni,solo concretezza dimostrabile!! L’unica regola è la costanza nella pratica,in breve tempo il benessere cancellerà l’abitudine mentale alla contestazione della semplicità.. Buona apertura a tutti !!!!!!!!!

3 aprile 2015 – CORSO “I 5 RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara) – Orietta Beccati, Torino

Ciao Alberto,
ho sentito la necessità di scriverti e condividere con te e con tutti coloro che avranno voglia di leggere, i cambiamenti e i mutamenti avvenuti da quando 2 anni fa ho iniziato a frequentare il tuo corso sui 5 Riti Tibetani (Metodo Sushumna – Yoga). Premetto che da allora pratico quotidianamente i riti come tu ci hai insegnato e quando riesco li faccio mattina e sera. Non posso che consigliare vivamente a tutti, giovani e meno giovani di iniziare a praticare i Riti, sono certa che come me troveranno tanti miglioramenti e rimarranno stupiti dalla profonda trasformazione che questi pochi esercizi e il poco tempo che richiedono produrranno nel corpo fisico e energetico. Quando ho iniziato avevo, come tutti credo, dubbi e perplessità che già dopo qualche settimana sono spariti, mi sono infatti immediatamente resa conto che il mio corpo stava recuperando flessibilità e energia senza contare che la qualità del sonno e della veglia già da subito erano migliorate. Nel primo anno la maggior parte dei miei dolori muscolari e articolari (schiena, ginocchio, collo) si sono ridotti a rarissimi momenti di lieve malessere, il peso è sceso senza sforzi, il mio intestino ha riacquistato regolarità …insomma i Riti erano e sono ormai un appuntamento giornaliero al quale non posso rinunciare anzi sono una riserva di energia e di benessere che non ha fine. Dopo un anno e mezzo di pratica quotidiana dei Riti anche la mia cronica periartrite scapolare ha smesso di fare male (prima avevo provato di tutto, trattamenti di ogni tipo, infiltrazioni, manipolazioni ecc) e adesso solo facendo i Riti riesco finalmente a infilarmi la maglia, la giacca, il cappotto, senza dolori (cosa prima impensabile).
Il rapporto costi (in termini di tempo da dedicare) / benefici direi che è nettamente a favore della pratica dei Rirti, Prima di chiudere devo comunque ringraziarti per averci iniziato a questa pratica che almeno per me ha significato la scoperta di “nuove vie”, ho tratto solo tanto benessere dai riti e non posso che consigliarli a tutti quelli che, come me, hanno a cuore la qualità della loro vita.

Un saluto
Orietta – Torino

22 settebre 2014 – CORSO I CINQUE TIBETANI  (metodo Alberto Chiara) – Maurizio

Seguo anch’io il corso di meditazione di Alberto da circa un paio di anni…..beh debbo dire che da come ero partito a quell’epoca completamente digiuno di tutto a oggi, sento che mi si è aperta la porta per un nuovo modo di vivere, che migliora giorno per giorno, man mano che sento che il corpo rimane sempre più in discesa e la mia mente sta rallentando. Prendo meglio le cose che mi arrivano dall’esterno e con l’aggiunta dei Riti Tibetani ho aumentato in maniera incredibile la mia resistenza fisica negli sport. Sento che ho un percorso ancora lungo da percorrere, ma mi sto impegnando! Grazie Alberto!

26 giugno 2014 – CORSO RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara) – Fabio F. Torino
Ripetizioni: 17 – una volta al giorno (mattino)
Effetti:
1. Scomparsi completamente dolori alla cervicale
2. Scomparsi dolori reumatici alle caviglie che rendevano difficili (a volte impossibili) le camminate in montagna.
3. Diminuite le ore di sonno ed eliminata l’insonnia.
4. Aumentata l’energia ad inizio giornata.
5. Maggiore energia che consente di laorare più ore mantenendo alto il livello di concentrazione
6. Appetito a fasi alterne, in media diminuito, peso forma raggiunto e mantenuto senza difficoltà.
7. Scomparsi fastidi dovuti ad emorroidi. Questo risultato è quasi miracoloso; l’operazione che era imminente è stata rimandata in quanto non più urgente (livello diagnosi passato da quarto grado a secondo grado). Penso che abbia influito l’attivazione e l’esercizio del muscolo pubo coccigeo.
Ciao
Fabio F. (corso dicembre 2013)

26 giugno 2014 – CORSO RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara) – Denis Geuna, Torino
– Miglioramento costante dei problemi cervicali fino alla completa scomparsa.
– Regolarizzazione del sonno con minori risvegli notturni.
Grazie
Denis (corso dicembre 2013)

26 giugno 2014 – CORSO RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara)  – Mirko, Cappellari, Torino.  Report dopo circa 4 mesi da inizio corso
Ciao Alberto, ti scrivo brevemente i miglioramenti riscontrati, premettendo che nel mentre, da qualche mese ho iniziato la cura amaroli. Dopo le prime perplessità iniziali ora è un rito che faccio volentieri al mattino appena alzato, e per ora sto cercando di capire che tipo di miglioramenti mi porta. Per ora noto un miglioramento della pelle, e sono riuscito a guarire da una fastidiosa micosi all’alluce, semplicemente frizionando qualche goccia prima di fare la doccia. Mi è anche capitato di essere punto da un ape mentre andavo in bici e applicando poche gocce sulla parte è scomparso immediatamente il prurito e non ho avuto altre conseguenze.
Per quanto riguarda i tibetani, che continuo a fare due volte al giorno ho riscontrato:
– Miglioramento della mobilità articolare, specialmente caviglie e ginocchia. Il ginocchio destro che da molti anni mi dava dei problemi ora raramente mi fa male e ho quasi recuperato tutta la sua mobilità.
- Diminuzione del fabbisogno delle ore di sonno, almeno un’ora in meno per notte. Ora 5/6 ore a notte sono sufficienti.
- Perdita di peso, all’incirca 5 Kg, senza aver cambiato la mia alimentazione (comunque adeguata).
- Grandi miglioramenti della tonicità muscolare (schiena, spalle, pettorali e glutei in particolare) nonostante non abbia aumentato la mia attività sportiva – MIglioramento delle prestazioni sportive.
- Mi sento più attento e concentrato durante la giornata, una piacevole sensazione di energia mi accompagna in ogni momento della giornata.
- E’ evidente il miglioramento della mobilità della colonna vertebrale – Forte percezione di energia che scorre nella colonna vertebrale anche nell’arco della giornata lontano dall’orario in cui faccio gli esercizi. – Sensazione di leggerezza in generale
- Abbassamento del livello di colesterolo, da circa 210 a 180.
Come ci hai suggerito tu ho cominciato a farli 2 volte al giorno e non mi pesa farli, anzi sento il bisogno di eseguirli. Li faccio al mattino appena sveglio e prima di cena. Faccio sempre gli addominali di riscaldamento e gli allungamenti della colonna li eseguo sia prima che dopo i tibetani.
A presto con i prossimi miglioramenti, ciao.
Mirko (corso dicembre 2013)

20 febbraio 2014 – CORSO RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara) – Monica, Torino
Risultati dopo 4 mesi di pratica
– Cefalea importante farmaco resistente: scomparsa
– Polipo all’utero: Riassorbimento del polipo e interruzione del sanguinamento.
– Tono dell’umore altalenante: tono dell’umore stabilizzato sul versante positivo
– Bassa energia percepita con stanchezza fisica: alta energia, forza fisica e leggerezza
– Scarsa percezione del funzionamento del proprio corpo: alto contatto , nuovo dialogo con il corpo.
Grazie! Monica (corso dicembre 2013)

20 febbraio 2014 – CORSO RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara) – Roberto C. Torino
Dopo circa 4 mesi di pratica
– Tensione notturna alle gambe  scomparsa
– Stanchezza e sonnolenza diurna: non solo scomparse ma rimpiazzate da sensazioni di grande energia
– Risvegli notturni molto migliorati
– Malattie da raffreddamento stagionali: scomparse
– Crampi notturni: migliorati
– Mal di schiena: scomparso
– Sobbalzi e buche in bici non mi fanno più male come anche sollevare pesi
– Nonostante 10 anni di fisioterapia e ginnastica correttiva non potevo correre a causa di forti dolori alla schiena.  Ora posso correre senza provare più dolore
– Emorroidi molto migliorate
– Legamento crociato ginocchio più saldo
20 febbraio 2014 – CORSO RITI TIBETANI (Metodo Sushumnâ-Yoga) – Claudia, Torino
Risultati dopo 4 mesi di pratica
– Non ho più attacchi di sinusite
– Regolarizzazione del ciclo
– Minor sensazione di freddo alle estremità
– Maggior energia e miglioramento tono dell’umore

(corso tibetani dicembre 2013)

11dicembre 2013 – CORSO DI RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara) – Anna Quinterno, insegnante Yoga e Meditazione, Asti

.  Per quanto riguarda la mia esperienza personale nella pratica dei Riti Tibetani con il Metodo Sushumnâ-Yoga, è davvero per me come se il tempo si fosse fermato, o addirittura avesse fatto marcia indietro. Mi sento più giovane di quando ero giovane.
All’inizio (5 anni fa) il cambiamento è stato fortissimo, eclatante, una spinta energetica che sembrava non avere fine e che ha trasformato molti aspetti della mia vita, sul piano fisico e psicologico.
Ora è diverso, adesso è come un’alimentazione energetica continua, più lieve, ma indispensabile nella quotidianità.
Se per qualche motivo non posso fare la mia pratica mattutina, mi accorgo che il corpo ne risente e anche l’umore, perchè mi dispiace molto non farli.
Se non posso praticare per alcuni giorni, oltre al corpo che si impigrisce e tende a irrigidirsi, anche la mente subito cerca di riportare alla carica i suoi programmi, di tutti i tipi.
Sul piano prettamente fisico, praticare costantemente i tibetani ha eliminato in me tutti i dolori muscolari, ossei-articolari, le contratture, permettendomi di migliorare costantemente nella pratica dello yoga, facendo diventare il mio corpo molto più flessibile di prima.
Ne ho tratto un beneficio generale, che mi ha aiutata a diminuire lo stress e tutti i problemi ad esso collegati: cattiva digestione, insonnia, senso di stanchezza e di fatica nel vivere.
Ho constatato che l’aumento dell’energia e la salute progrediscono insieme.

01 novembre 2013 – CORSO DI RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara) – Orietta  Beccati, Torino
Ciao Alberto,
essendo già quasi 9 mesi che pratico i Riti Tibetani con il Metodo Sushumnâ-Yoga (tutti i giorni) come tu ci hai insegnato,  volevo condividere con te osservazioni e mutamenti riscontrati nel corso di questi mesi.
Sto riguardando il foglio con l’elenco dei vari problemi/malesseri che il mio corpo avvertiva prima di incominciare il tuo corso di riti tibetani e mi compiaccio nel vederlo in buona parte cancellato.
I primi miglioramenti li ho avvertiti nelle articolazioni (spalla, ginocchio) e nella schiena che è decisamente migliorata … faccio comunque attenzione a non forzare troppo con gli addominali. Altro miglioramento l’ho riscontrato nel sonno, mi addormento più facilmente, dormo meno ma più profondamente.
Il corpo mi chiede i riti, sembra strano ma al mattino quando mi sveglio la prima cosa che il mio corpo mi chiede sono i Riti nonostante siano le 6.00 a.m.
Il metabolismo è decisamente migliorato, ho perso peso senza alcuna fatica mangiando comunque sempre la stessa quantità. Cosa strana alla sera ho meno fame rispetto ad una volta e quindi mi sazio con poco… ma sempre senza particolare fatica o rinunce.
Anche l’intestino risponde meglio, praticamente la mia storica stitichezza si è ridotta tantissimo a qualche caso sporadico. Altra cosa che ho riscontrato è l’aumento della resistenza fisica e più energia durante la giornata, come se avessi un extra deposito di energia a cui attingere al bisogno. I Riti sono veramente una scoperta che consiglio ad amici e conoscenti.

28 ottobre 2013 – CORSO DI RITI TIBETANI (Metodo Alberto Chiara) – Cinzia, T. (Torino)
Ciao Alberto,
ecco i miei benefici generali praticando i riti tibetani con il Metodo Sushumnâ-Yoga che tu ci hai insegnato:
- Aumento della resistenza fisica ed anche della flessibilità;
- aumento della tonicità fisica;
- diminuzione delle ore di sonno;
- aumento dell’energia;
- sensazione di “leggerezza” corporea;
- diminuzione graduale sino alla SCOMPARSA di malattie da raffreddamento ed influenze varie;
- scomparsa totale dell’appetito;
- rientro di ernia crurale (dopo pochissimo tempo dall’inizio della pratica);
- scomparsa della dismenorrea (dopo pochissimo tempo dall’inizio della pratica);
- miglioramento decisivo del tono dell’umore;
- aumento della temperatura corporea;
- aumento della fluidità del sangue.
Dopo tre anni e mezzo di applicazione costante credo sia possibile affermare che il corpo viva uno stato di nuova e fresca ebrezza corporea grazie alla vitalità ed energia sempre crescenti, insieme a uno stupore meraviglioso nell’andare a  scoprire sempre nuovi orizzonti e nuove conquiste sul nostro organismo, in continuo mutamento ed evoluzione, proprio grazie alla pratica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *