Correre per mantenersi giovani

FOREVER YOUNG di Ulrich STRUNZ

FOREVER YOUNG di Ulrich STRUNZ

Estratto dal libro: FOREVER YOUNG di Ulrich STRUNZ

Correre tutti i giorni per restare giovani
Nutrirsi bene per restare giovani
Pensare positivo per restare giovani

L’IMPORTANZA DELL’ATTIVITA’ FISICA PER IL RINGIOVANIMENTO

QUANTO SPORT PRATICARE. Un “training da 1500 kcal” garantisce una vita più lunga ma non bisogna superare le 3.000 kcal perché in questo caso l’aspettativa di vita si riduce.
Ogni muscolo ha bisogno di 300 stimoli al gg per svilupparsi e di almeno 200 per rimanere in forma. Dalla muscolatura dipende la salute dell’intero corpo. Chi vuole rimanere giovane più a lungo deve opporre all’avanzare dell’età una corazza di muscoli, l’unico apparato in grado persino di riportare indietro l’orologio biologico.
IL MUSCOLO PIU’ IMPORTANTE IL CUORE: nel breve arco di 80 anni quest’organo del peso di 300 gr. e delle dimensioni di un pugno batte per 3 miliardi di volte. Se praticate con regolarità un’attività sportiva la frequenza con la quale batte è inferiore a 80 battiti al minuto. Un cuore allenato batte a riposo 60 volte o persino meno, così risparmia il 25% di fatica e può battere anche per 20 anni in più.
LE RISERVE DI ENERGIA CONTENUTE NEI MUSCOLI: l’unico apparato dove si bruciano i grassi sono i muscoli. Se ci si allena correttamente i muscoli attingono al proprio principale serbatoio di energia, i depositi di lipidi, fin dl primo secondo. Va tenuto presente che QUANTO PIÙ È INTENSO

LO SFORZO, TANTO MINORE È LA QUANTITA’ DI LIPIDI (I GRASSI) BRUCIATA.
IL PRINCIPIO PIU’ IMPORTANTE DELLA MEDICINA è “use or lose it” ossia ciò che non viene utilizzato va perduto.
Per modificare la chimica del vs. Corpo in modo che i grassi vengano bruciati 24 ore al giorno è necessario l’allenamento muscolare in condizioni di eccesso di ossigeno: esercizi aerobici. Un’attività fisica dolce. Andate a correre! Entro 4 settane il 70% della vs. muscolatura avrà cominciato a bruciare attivamente i grassi.

CORRERE PER RESTARE GIOVANI:
La fonte gratuita dell’eterna giovinezza si chiama ossigeno. La vita di ciascuna delle ns. 70 miliardi di cellule dipende dal costante apporto di ossigeno. Ciò vale soprattutto per il cervello. L’ossigeno è indispensabile per mantenere in attività il miocardio, bruciare le calorie e perdere peso.
L’importante è correre lentamente per bruciare i grassi in condizione di eccesso di ossigeno. Con una sola inspirazione possiamo immettere nei polmoni fino a 5 litri d’aria. L’ossigeno stimola l’ormone della creatività, infatti correre ad un ritmo lento attiva la parte destra del cervello, quella della creatività. Correndo il cervello viene pervaso dal 100% in più di ossigeno in tal modo l’efficienza delle facoltà mentali viene raddoppiata ed entra in circolo una gande quantità di ACTH ormone della creatività, che abbassa la pressione arteriosa, ha un’azione rilassante sul corpo e rende la mente lucida e cristallina. E’ l’unica sostanza in grado di “aprire” il canale del pensiero.
Camminando lentamente i muscoli attingono energia dai depositi di lipidi e lasciano gli zuccheri disponibili per il cervello, che ha bisogno di glucosio per pensare. I muscoli delle persone sedentarie bruciano zuccheri anziché grassi e i livelli glicemici calano. Il cervello è sensibile a tali variazioni e gli effetti si manifestano con senso di stanchezza, nervosismo, difficoltà di concentrazione. Ma appena il vs sistema enzimatico si predispone a bruciare i grassi (e ciò avviene generalmente dopo 3 mesi in cui si pratica con regolarità la corsa) i valori glicemici restano costanti.

LA CORSA TRASFORMA UNA CINCQUECENTO IN UNA JAGUAR: nelle ns. Cellule sono presenti minuscole centrali energetiche, i mitocondri. Essi producono l’energia dalla quale dipendono la ns. forza ed efficienza. Se il nr. di centrali energetiche è ridotto incappiamo in momenti critici nel corso della giornata. Possiamo pertanto far fronte ai grandi impegni che ci sovrastano fornendo soltanto prestazioni limitate. Questi momenti critici possono essere superati praticando jogging. Nei mitocondri viene bruciato l’ossigeno. Se la quantità di ossigeno a disposizione dell’organismo aumenta in misura considerevole anche le centrali energetiche si moltiplicano. La pratica regolare della corsa consente di aumentare di sei volte il numero dei mitocondri. E’ come passare da 2 cilindri a 12, o da una cinquecento a una jaguar. Il cuore si rafforza e persino il fegato svolge la sua funzione disintossicante ad un rito di 6 volte superiore.
CORRERE E’ LUNICA DIETA CHE FUNZIONA SEMPRE: i grassi si bruciano soltanto a livello dei muscoli e soltanto in condizioni aerobiche ossia alla frequenza cardiaca ideale compresa fra 180 e 120. Poco prima l’organismo passa repentinamente dalla combustione dei grassi a quella dei carboidrati. solo dopo tale soglia si bruciano esclusivamente i grassi.
DOPO 3 MESI POTRETE MANGIARE CIO’ CHE VOLETE E QUANTO VOLETE: con il trascorrere del tempo infatti correre modifica la chimica del vs. organismo. Dopo 3 mesi potrete mangiare ciò che volete e nelle quantità desiderate senza mai ingrassare. L’attività fisica infatti aumenta notevolmente la quantità di enzimi preposti alla demolizione dei grassi presenti nel vs. Corpo. Si ha un aumento della massa muscolare e l’adipe si scioglie.
DIMAGRIRE NEL SONNO: correre fa aumentare il vs. metabolismo del 25% nell’arco della giornata. Anche durante il riposo l’organismo continua a bruciare grassi ad un ritmo che può raggiungere i 10 gr. l’ora purché il jogging sia diventato il vs. Hobby.
CORRERE RISVEGLIA L’INTELLIGENZA DEL CORPO: chi corre non ha più bisogno di preoccuparsi eccessivamente di seguire un’alimentazione sana perché l’organismo riceve una quantità di ossigeno dieci volte superiore. Dopo circa due settimane di allenamento si risveglia spontaneamente un particolare istinto corporeo che possiamo definire “intelligenza somatica”, che fa si che il corpo organizzi naturalmente il proprio programma alimentare, come nel bambino che sa istintivamente quando è sazio. Chi corre con regolarità modifica inevitabilmente le proprie abitudini alimentari: inizia a mangiare più carboidrati e proteine e a ridurre i grassi. Consuma più frutta e verdura e meno carne. E’ più saggio correre che non leggere libri sull’alimentazione.
CORRERE RAFFORZA IL CUORE E I MUSCOLI: correndo il cuore si rafforza e aumenta di dimensioni. Praticando la corsa con regolarità potete agevolargli il compito, perché il nr. di pulsazioni a riposo passerà da 75 a 55, risparmiando 30.000 battiti al giorno che equivalgono a 10 milioni di battiti all’anno. Mantenendo in allenamento i muscoli potrete aumentare di quattro volte il numero di vasi sanguigni. In questo caso si parla di una muscolatura ben allentata e vascolarizzata, che consente un apporto ottimale di sostanze nutritive e di ossigeno.
CORRERE RIDUCE LO STRESS: è necessario smaltire almeno una volta al giorno l’ormone dello stress che abbiamo in circolo. L’adrenalina infatti provoca lesioni alle pareti interne dei vasi. Correre permette lo smaltimento dell’adrenalina.
CORRERE RINFORZA IL SISTEMA IMMUNITARIO: L’attività fisica in condizioni aerobiche è l’unico metodo naturale per rinforzare il sistema immunitario. Dopo soli 30 minuti il numero di cellule “killer” del sistema immunitario nel sangue aumenta del 31%. Le cellule immunitarie del sistema diventano più aggressive e riescono a combattere in modo più efficace i batteri e persino le cellule cancerose.
CORRENDO SI PUO’ SFUGGIRE PERSINO AL CANCRO ciascuno di noi è esposto 4 volte al giorno al cancro. Quattro volte al giorno le cellule del ns corpo degenerano. Un sistema immunitario efficiente individua le cellule cancerose e le distrugge. Chi corre ad un passo troppo veloce provoca una carenza di ossigeno, danneggiando il proprio sistema immunitario, il principale sistema di difesa contro il cancro. In condizioni anaerobiche si espone il proprio corpo ad un’infinità di radicali, le aggressive molecole di ossigenò che distruggono le cellule del ns corpo e indeboliscono le difese. Anche i livelli di cortisolo aumentano, minando il sistema immunitario.
CORRERE FA DORMIRE DIVINAMENTE: chi corre soffre molto più raramente di disturbi del sonno. E’ consigliabile astenersi dal praticare l’attività fisica dopo le ore 19 perché correndo si stimola la produzione degli ormoni della veglia.
CORRERE MIGLIORA L’UMORE E LA LIBIDO: correre intensifica la gioia di vivere e aumenta l’autostima. Soprattutto le donne dopo la corsa si sentono rilassate, appagate e felici.
CORRERE FA AUMENTARE IL DESIDERIO: uno degli effetti immediati del fitness si avverte nell’attività sessuale non soltanto in termini di frequenza delle prestazioni ma anche di qualità. La ragione è data dall’aumento del livello di testosterone nel sangue, l’ormone che dà alle persone una marcia in più. Quest’ormone sessuale maschile, presente anche nel sangue delle donne, è sinonimo di dinamismo vitale, libido e capacità di affermazione. Ma attenzione: chi compie uno sforzo eccessivo ed esaurisce totalmente le proprie energie brucia testosterone.
CORRERE FA PRODURRE IL PROPRIO VIAGRA: Il viagra impedisce la degradazione di una sostanza energetica presente nella cellula che promuove in modo massiccio la produzione di ossido di azoto, facendo sì che dilati i vasi sanguigni. Grazie ad un’elevata quantità di arginina e ossigeno nel sangue potete ottenere lo stesoo risultato del viagra e non soltanto per un tempo limitato di un’ora. OSSIGENO + ARGININA = OSSIDO DI AZOTO CHE GARANTISCE UNA VASODILATAZIONE A LUNGO TERMINE. Correre aumenta il contenuto di ossigeno nell’organismo e se mangiate perciò alimenti con alto tenore di arginina potete tranquillamente evitare farmaci come il VIAGRA. L’arginina è contenuta nel frumento integrale, fiocchi di avena, formaggio fresco magro, bistecca di manzo, petto di pollo, salmone, gamberi e gamberetti, nelle noci e nel sesamo.
CORRERE RENDE FELICI: non appena i muscoli vengono messi in movimento iniziano a produrre l’ormone testosterone e la somatotropina che ha un’azione dimagrante. Quando si corre in condizioni aerobiche il corpo libera endorfine sostanze stupefacenti endogene, prodotte a livello del cervello e fluiscono attraverso l’intero sistema nervoso. Basta rifornire di ossigeno l’organismo per un po’ più di 30 minuti e questa sostanza euforizzante si sprigiona diffondendosi in tutto il corpo ed è la FELICITA’. Se si aumenta la velocità della corsa vengono secreti anche altri ormoni: prima la SEROTONINA pervade il cervello di felicità, in seguito ad un ritmo un po’ più rapido interviene l’ACTH a rendere la mente lucia, in terza battuta le ENDORFINE che infondono al corpo un senso di euforia.
ESERCIZI MUSCOLARI PER PRODURRE TESTOSTERONE: Dopo 10-15 tensioni massime, fate pause lunghe di circa 60-90 secondi, attendere che il muscolo si sia per così dire “riposato” è in questo momento che verrà prodotto il TESTOSTERONE, una sostanza anabolizzante che promuove cioè l’aumento della massa muscolare.

COME SUPERARE LE RESISTENZE INIZIALI PER LA CORSA:
ACQUISITE UN AUTOMATISMO: correndo per 4 settimane ogni giorno alla stessa ora.
INNO ALLA CORSA A DIGIUNO: la doccia di ossigeno mattutino aiuta a risolvere in pochi minuti i problemi del giorno precedente con il sorriso sulle labbra durante la corsa. L’aria del mattino è più fresca, anche l’ozono non crea problemi al mattino. In più chi corre a digiuno costringe il corpo a bruciare i grassi perché la quantità di zucchero disponibile immediatamente nel sangue è scarsa. Inoltre la corsa mattutina depura l’organismo, perché si avvia un processo dinamico di depurazione: vengono smaltite le scorie a livello cellulare e anche i vari organi, il sangue la cute e i polmoni “fanno pulizia”.
L’IMPORTANTE E’ CORRERE LENTAMENTE! Nella corsa è importante mantenere la giusta frequenza cardiaca che non deve essere troppo accelerata. Per evitare condizioni di anossia ossia mancanza di ossigeno e l’aumento di acido lattico nel sangue. I muscoli bruciano grassi soltanto in condizioni di eccesso di ossigeno, altrimenti attingono alle riserve di carboidrati.
Dovete correre con leggerezza, scioltezza e sorridendo, senza sforzarvi. Avrete corso nel modo giusto solo se 5 minuti dopo aver terminato la corsa vi sentite freschi e pieni di forze. La frequenza indicativa è di 140 battiti al minuto, oltre tale frequenza l’organismo brucia i carboidrati. Una formula approssimativa in base alla quale calcolare la frequenza ottimale è la seguente: respirate in modo ritmico per tre passi inspirate, per tre passi espirate. Quindi: 3 passi in inspirazione e 3 passi di espirazione. Regolarmente. Se riuscirete brucierete i grassi.

PER COMINCIARE: correte inizialmente per 3 minuti e poi camminate velocemente finché vi verrà voglia di correre per altri 3 minuti, ogni giorno aggiungere un minuto. Concludete la corsa rallentando il passo e percorrete gli ultimi 50 metri camminando. In questo modo riporterete l’apparato circolatorio al suo ritmo naturale. Correte a passo regolare senza fermarvi al ritmo che vi è gradito per almeno 15 minuti. Il contatto puntiforme ha come conseguenza un impatto sull’intero apparato locomotore. I professionisti appoggiano prima l’avampiede e poi alla fine il tallone tocca terra. In tal modo il passo viene assorbito dagli ammortizzatori di cui il corpo dispone naturalmente , le articolazioni e la muscolatura.
MITI DA SFATARE:
CORRENDO NON SI CONSUMANO LE GINOCCHIA: la cartilagine non è percorsa da vasi sanguigni, ma viene nutrita per diffusione, grazie al movimento secondo il principio della pompa aspirante e premente.
IL DOLORE NON E’ PRODOTTO DALL’ACIDO LATTICO: il dolore muscolare non è indotto dall’acido lattico come si è a lungo creduto, bensì da minuscole lesioni a carico dei muscoli i cosiddetti “microtraumi”. All’inizio il muscolo non è abituato ancora allo sforzo. Una forte mialgia da sforzo segnala che avete voluto strafare. Dopo 3 gg. normalmente passa tutto. Il calore aumento l’irrorazione sanguigna e lenisce i dolori muscolari. Fate una sauna o immergetevi nell’acqua piacevolmente calda. Se il giorno dopo sottoporrete la vs muscolatura allo stesso tipo di sforzo che ha provocato la mialgia dimezzandone l’intensità il dolore passerà rapidamente.
CIO’ CHE IL CORRIDORE DEVE FARE:
La banana è un concentrato di carboidrati facilmente digeribili magnesio e sodio. Spuntino ideale per il cervello il sistema nervoso e i muscoli.
L’AVENA calmai nervi: il muesli non è solo fonte di vitamine Sali minerali e fibre ma contengono anche lichenina una sostanza mucosa che ha un effetto calmante sull’organismo.
LE MELE ATTIVANO LA MUSCOLATURA: sudando si perde potassio. Se i nervi non ricevono una quantità sufficiente di questo minerale si riduce la loro capacità di tramettere impulsi ai muscoli e quindi manca la forza per fare il primo passo. La mela ne consente anche sotto forma di succo una rapida integrazione. L’ideale è assumerla insieme all’acqua minerale.
SUPERPRESTAZIONI GRAZIE AI CEREALI INTEGRALI: chi pratica sport deve assumere vitamina B1 per il metabolismo energetico dei carboidrati per assicurare la funzionalità del sistema nervoso, l’agilità muscolare e l’efficienza cerebrale. La vitamina B1 è contenuta in abbondanza nei cereali integrali, nelle patate nello lievito e nei legumi.
IL FRUTTOSIO contenuto nella frutta a differenza del glucosio e del cioccolato non provoca oscillazioni della glicemia ma fornisce al cervello il giusto carburante con continuità. La dieta del podista ne prevede 5 porzioni al giorno. Anche la FRUTTA ESSICATA è un alimento con elevato contenuto di minerali.
MAGRI PER SEMPRE: IL METODO VITAL FATBURNING
Mantiene in forma, trasmette una sensazione positiva del corpo e soprattutto invita a non abusare del vs organismo anche in futuro. Le diete normalmente non funzionano. Ad ogni cura dimagrante l’autostima, l’umore e l’ottimismo e la forza di volontà diminuiscono. Neppure con il digiuno si riesce a sbarazzarsi del proprio adipe: il metabolismo di chi digiuna varia; normalmente l’organismo brucia zuccheri e grassi, mentre durante il digiuno per i primi 7 gg. brucia le proteine, ossia brucia se’ stesso e si indebolisce. Soltanto dopo il settimo giorno comincia a bruciare i grassi ma solo per il 40% di calorie sotto forma di lipidi. Il risultato è che non siete riusciti nell’intento e vi siete frustrati.
RAPIDO E INGANNEVOLE SUCCESSO INIZIALE quando iniziate una dieta l’organismo attinge inizialmente alle riserve di glicidi presenti nei muscoli e nel fegato. Insieme allo zucchero perdete anche acqua. Poiché durante una dieta la muscolatura si riduce l’organismo comincia a bruciare una quantità sempre minore di energia, di pari passo con la perdita di massa muscolare ed il corpo instaura il programma di “risparmio energetico” che contrasta qualunque perdita di peso. Le cellule adipose svuotate assillano la mente ed i nervi con accessi di fame. L’organismo così per prevenire un altro periodo di stress da fame nutre proprio i cuscinetti di grasso. Il ns corpo ha una memoria lipidica ed una proteica e non si dà tregua fino a quando non riesce a ripristinare i livelli di normalità. (effetto yo yo).
DIMAGRIRE SI PUO’ basta fare jogging e cambiare abitudini alimentari. La parola dieta è di origine greca e significa “atteggiamento verso la vita” ed è proprio lo stile di vita che vale la pena di cambiare.
CORSA –TERAPIA due o tre volte al giorno dovrete mettere in moto la vs macchina per bruciare i grassi. Correte per 30 minuti alla frequenza cardiaca ottimale per la combustione dei lipidi (stare al di sotto dei 140 battiti al minuto). Per aumentare l’efficacia inserite tratti di corsa veloce ( un secondo ogni minuto) è sufficiente aumentare un po’ il passo. Così l’organismo verrà sollecitato a produrre maggiori enzimi che bruciano i grassi; ma non superate i 7 secondi altrimenti andrete in carenza di ossigeno, e non correrete il rischio di bruciare carboidrati anziché lipidi.
In questo metodo è necessario mangiare proteine pure, proteine senza grassi per evitare la diminuzione della massa muscolare e per aumentare i “fornetti” che bruciano i grassi. Quando i morsi della fame si fanno sentire mangiate FRUTTA E VERDURA, ricche anche di fibre. In particolare ANANAS, PAPAIA, ANGURIA, ALBICOCCHE, FRAGOLE E MANGO che contengono enzimi che favoriscono la digestione delle proteine. Mangiate ogni due ore una porzione di frutta o verdura cruda.
BEVETE ALMENO 3 litri al giorno acqua ricca di minerali, sono consentiti anche tè nero o tè verde.
DOPO LA CURA DIMAGRANTE continuate a correre ogni giorno per 30 minuti. Ritornate gradualmente ad un’alimentazione normale e mangiate molta frutta e verdura cruda.
LA TEORIA DEL SET POINT l’organismo aspira costantemente a ritornare al peso precedente (SETPOINT) è afflitto da una fame da lupi, accumula al proprio interno le calorie e recupera i chili. Ma se si pratica attività sportiva e si mantiene il nuovo peso per 3-6 mesi il corpo si adatta al nuovo set point.
L’ORMONE DELLA CRESCITA FA DIMAGRIRE NEL SONNO: la somatotropina viene prodotta dall’organismo durante la fase di sonno profondo. Gli aminoacidi arinina e lisina stimolano la sintesi dell’ormone della crescita, la muscolata si sviluppa, i grassi si sciolgono a livello dei muscoli e la cute diventa liscia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *