IL CAMPO UNIFICATO DI COSCIENZA di David Lynch

Il campo unificato di coscienza di David Lynch

Il campo unificato di coscienza di David Lynch

IL CAMPO UNIFICATO DI COSCIENZA
(tratto dall’intervista al regista David Lynch alla  trasmissione Rai.Tv  “Che tempo che fa” del 02/02/’14)

“… Circa trecento anni fa gli scienziati iniziarono a studiare la materia per comprendere di cosa fosse fatta. Scoprirono che è composta di molecole, cellule, atomi, particelle subatomiche, fino alle particelle più elementari. …Negli anni 70 la scienza moderna, la fisica quantistica, ha scoperto il campo unificato; cioè l’unita di tutte le particelle, di tutte le forze nella manifestazione della creazione. Si tratta di un campo di nessuna cosa, di nullità, e gli scienziati dicono che da questo campo possono emergere cose, questo campo non è ancora manifesto, ma tutte le manifestazioni vengono da questo.

L’antica disciplina vedica conosceva questo campo e lo definiva un campo di coscienza senza confini, sconfinato, e questa coscienza è senza confini ed eterna, immutabile, immortale. Questa coscienza ha delle qualità come un’intelligenza senza limiti, una creatività senza limiti, la felicità illimitata, estrema, l’amore illimitato, l’energia illimitata, pace illimitata.
Questo è il grande tesoro che ciascuno di noi, essere umano ha. Sono tutte cose positive. La meditazione … è una tecnica mentale che ti permette di andare dentro te stesso e sperimentare questo campo.
La meditazione vuole prendere la tua coscienza e portarla fuori e girarla a 180° e una volta all’interno naturalmente ti tuffi attraverso i diversi livelli mentali di intelletto sempre più profondi, che corrispondono a livelli di materia sempre più profondi, alla fine dell’intelletto, ai confini dell’intelletto tu trascendi, e trascendere significa che hai un’esperienza di questo livello illimitato di coscienza, di intelligenza illimitata, hai esperienza di tutte le qualità del campo. Non tutti hanno la stessa quantità di coscienza; ogni qualvolta tu trascendi ne hai di più e continui ad espandere sempre di più quella che era la tua coscienza iniziale, qualunque essa fosse.
Quando incominci ad espandere la tua coscienza e a sviluppare tutte le qualità positive del campo, c’è un effetto collaterale, la negatività inizia a sparire, se ne va; e lo stress da trauma, l’ansia, la tensione, l’odio la rabbia, la paura se ne vanno da te e arriva la libertà, arriva così tanta felicità; è così meraviglioso per la vita questa cosa. C’è un detto della bibbia che dice: “per prima cosa cerca il regno di Dio che sta dentro di te e tutto il resto ti verrà dato.“ Questo livello più profondo implica che un giorno tu troverai, e trovare significa che un giorno tu sperimenterai, e quando sperimenterai tu dispieghi il tuo potenziale che è la totalità; e tutto il resto verrà da solo e ti verrà dato. Non avrai più stress e incomincerai a sentire questa felicità dentro di te. Nelle scuole si trasmettono tonnellate di stress.
E’ vero che il regno di Dio sta dentro di noi.
Come diceva sant’Agostino, tutto quello che ci fa guardare in noi stessi ci permette di trascendere. Si dice che pregare in superficie è come mandare una lettera senza francobollo e senza indirizzo. Più conscio tu sei e più forza ha la tua preghiera, e ad un certo momento quando hai così tanta coscienza, e per altro tutti noi esseri umani abbiamo questo potenziale per poter avere una coscienza illimitata che è l’illuminazione; e allora non hai nemmeno più bisogno di pregare, nel senso che le tue preghiere si avvereranno prima ancora di uscire dalle tue labbra; ed è lì l’energia; ne hai di più e le tue preghiere saranno esaudite. Se in meditazione si fa un elettroencefalogramma si vede che l’intero cervello trascende con l’intera coscienza; e qualunque cosa che facciamo, se suoniamo, cantiamo, se siamo impegnati in ricerche scientifiche, ci sarà un un’esperienza che trascende l’utilizzazione dell’intero cervello: è la vita che trasforma le cose.”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *